Bingo, sala di Cagliari sequestrata per mafia e poi dichiarata fallita. Odissea dei dipendenti senza stipendio da gennaio

Cagliari, prosegue la battaglia dei 60 dipendenti di un bingo (Sardinia Holidays) e di una sala slot (Palace Games) che rischiano di perdere il posto di lavoro, dopo che gli esercizi sono stati posto sotto sequestro in base alle previsioni del testo unico delle leggi antimafia. Le sale sono infatti state sequestrate nel 2017 dal Tribunale di Cagliari e affidate alla gestione di due amministratori giudiziari. Dopo un breve stop, i dipendenti sono quindi tornati a lavorare. I debiti accumulati in precedenza hanno però costretto i magistrati a dichiarare il fallimento delle due sale nel gennaio scorso, e a affidare i beni a un curatore. Al sequestro disposto nel 2017 – sfociato nel frattempo nella confisca delle quote azionarie – si sovrappone quindi la procedura fallimentare. Le sale vengono chiuse per alcuni mesi, ma i dipendenti non vengono licenziati. Restano però senza stipendio da gennaio. Il curatore a aprile affida le sale al titolare di una sala bingo di Quartu Sant’Elena che versa regolarmente la cauzione e i canoni di locazione, i soldi non vengono utilizzati tuttavia per pagare gli stipendi. I sindacati intanto sono intervenuti per far accedere i lavoratori al fondo di garanzia Inps e poter riscuotere almeno il TFR e lo stipendio di gennaio. lp/AGIMEG

L’articolo Bingo, sala di Cagliari sequestrata per mafia e poi dichiarata fallita. Odissea dei dipendenti senza stipendio da gennaio proviene da AGIMEG, Agenzia Giornalistica sul Mercato del Gioco.

Fonte: https://www.agimeg.it/pp2/bingo-sala-di-cagliari-sequestrata-per-mafia-e-poi-dichiarata-fallita-odissea-dei-dipendenti-senza-stipendio-da-gennaio

Powered by WPeMatico

Autore dell'articolo: NewsRss