Nuovo Palermo, Mirri: “Non vogliamo colonizzatori, questa una società massacrata. Renzo Barbera? Ha dato tutto se stesso per questi colori”

Ieri pomeriggio la notizia: il Palermo è ufficialmente iscritto al prossimo campionato di Serie D.

Dopo mesi di caos e di incertezze causati dalla scellerata gestione Arkus Network e dalla mancata iscrizione al prossimo campionato cadetto, il club rosanero si prepara a ripartire dai dilettanti. La nuova proprietà, protagonista di una conferenza stampa presso lo Stadio Comunale Renzo Barbera, è pronta ad iniziare il suo cammino alla guida del Palermo. Occasione in cui il duo Mirri-Di Piazza illustrerà il progetto pensato per il “Nuovo Palermo” annunciando inoltre il responsabile tecnico della prima squadra per la stagione 2019-2020 e l’area di supporto alla struttura tecnico-sportiva.

A prendere parola, durante la conferenza stampa di presentazione, è il nuovo presidente del club rosa Dario Mirri.

“Vorrei subito dire a qualcuno se mi vede preoccupato (ride ndr). Ormai possiamo solo scherzare su certe cose, negli ultimi tre o quattro anni la società è stata massacrata. I tifosi veri sono quelli che tifano solo Palermo, faremo a gara con tutti per capire chi è più tifoso. Oggi credo che i tifosi rosanero siano non più di cinquemila, non è possibile che ci abbiamo ridotto così. Non ci serve che qualcuno ci venga a colonizzare, noi siamo accoglienti e siamo la tifoseria più corretta d’Italia. Tanta gente nel corso del tempo ci ha calpestato, il Palermo è un pezzo importante della mia vita. Questo stadio di chiama ‘Renzo Barbera’ e vi chiedo di domandarvi il perché. Non è il presidente che ci ha mandato in Europa League, ma è stato un presidente che per questa squadra ha dato tutto se stesso”.

 

Fonte: https://www.mediagol.it/notizie/nuovo-palermo-mirri-non-vogliamo-colonizzatori-questa-una-societa-massacrata-renzo-barbera-ha-dato-tutto-se-stesso-per-questi-colori/

Autore dell'articolo: NewsRss